Audio & Video

Print PDF

A partire dall’anno 1998 il FORUM DAC ha prodotto alcuni audiovisivi sulle questioni comunicative di massa. Essi analizzano il ruolo e le funzioni che i monopoli assegnano ai mass-media, stravolgendo a loro uso i tradizionali processi conoscitivi, formativi, informativi, politici, sociali e relazionali della democrazia costituzionale e liberale. Indicano anche dei percorsi di liberazione, individuali e collettivi, e delle soluzioni praticabili sulla base del DIRITTO A COMUNICARE e delle COSTITUZIONI nazionali vigenti (tra cui quella italiana).

File Audio:

Recentemente i video più significativi sono stati raccolti in tre DVD:

Il Diritto a Comunicare: raccoglie 4 video di durata diversa.

  1. MEDIAtic redemption pictureMEDIAtic redemption (riscatto mediatico) - 1998/14 min.
  2. Missioni umanitarie pictureMissioni umanitarie? - 1999/24 min.
  3. Politica, elezioni e mass media picturePolitica, elezioni e mass media - 2001/12 min.
  4. Forum mondiale sociale pictureForum mondiale sociale sul Diritto a Comunicare - Ginevra 2003/12 min.

Valori e diritti negati: raccoglie 5 video di diversa durata

  • Tre dei 4 video già indicati sopra (manca “politica, elezioni e mass media”)
  • Emergenza casa 1 - 2004/27 min.
  • Emergenza casa 2 - 2004/23 min

Libano 2006 : neonazisti bugiardi all'assalto del mondo (agosto 2006)

  • durata : 15 min.

I primi due video - “MEDIAtic redemption” e “Missioni umanitarie?” - sono disponibili anche in versione spagnola. Il primo video è stato proiettato in occasione di alcuni eventi pubblici di matrice sociale.
A Cape Town (1998) nella conferenza mondiale di Videazimut e a Cuba (1999) in occasione della conferenza mondiale sull’“extraterritorialità”.

Il circuito televisivo “Teleambiente” (www.teleambiente.it) che serve ampie zone dell’Italia centrale ha diffuso i video qui indicati, dedicando anche apposite trasmissioni al tema della comunicazione.

A partire dalla metà degli anni ’90, il circuito radioGAP e alcune radio locali comunitarie hanno dato eco alle analisi ed alle proposte del FORUM DAC.
Lo stesso dicasi per il quotidiano “Il manifesto” (www.ilmanifesto.it) e per il periodico militante “AGORA’ 92”, che nel periodo dal 1992 al 1995 ha concesso ampio spazio al tema dei Diritti Comunicativi.

 

Segnalazioni


Ciò che sta accadendo in Europa e in Italia è il prodotto del cinismo criminale del capitalismo finanziario internazionale ed europeo.       Per decenni i mass media hanno occultato questo piano disumano costruito con la sovranità monetaria delle banche, con i trattati capestro della UE (sempre taciuti), con i finti tecnici, come Monti in Italia, sostenuto da PDL/PD/UDC. L'inganno mediatico continua con slogan fasulli (salvastati, spread, crescita,ecc.) e teatrini mediatici fuorvianti. Se non conquistiamo nuovi assetti comunicativi, riformando la RAI, saremo ancora vittime di ogni nefandezza del capitalismo :finanziaria, politica, sociale, militare e mediatica.La regia generale è quella dell'imperialismo USA all'assalto del mondo: video illuminante, poco noto, e commento su pickline.
 
Qui su www.pickline.it  e su www.blogtaormina.it trovate proposte innovative  per una alternativa di civiltà, anche mediatica.