Lo strano paese

Print PDF

 

Lo strano paese.

 

Questo strano Paese e’ governato da politici incapaci o capaci di tutto.

In questo strano paese la differenza tra democrazia e dittatura è che nella prima voti e poi ubbidisci e nella seconda non perdi tempo a votare.

Nello strano paese ci sono leggi da fare osservare ai nemici e da interpretare per gli amici.

Ci sono poi in questo strano paese banche che creano denaro dal nulla, ma anche dei falsari che fanno lo stesso, solo che sono diversi i beneficiari.

Nello strano paese l’operaio è un parassita che pretende di essere pagato per lavorare, ma anche dopo….

Cosa inaccettabile per i mercati e i politicanti, che davanti agli sfasci della loro politica se la prendono con lo statuto dei lavoratori, come a dire: “se crolla un palazzo è colpa del regolamento condominiale”.

Nello strano paese si mandano i soldati a morire o ad ammazzare persone sconosciute, per interessi di persone assai conosciute. Ci saranno poi i solenni funerali di Stato con presenza di Presidenti di Camera e Senato, con grande commozione di folla e con parole confortanti di un’omelia pretesca e raggirati dalle parole di una politica furbesca.

In questo strano paese la vita politica del politicante fa invidia al tempo del plutonio radioattivo, ma di tanto in tanto qualcuno se ne va… come Andreotti, uno degli artefici del boom economico… e di altri boom.

Nello strano paese si elegge per due volte lo stesso Presidente… deve pur finire un lavoro sporco iniziato più di 60 anni fa.

C’è poi nello strano paese uno staterello che ha 2 Presidenti al posto di uno, il primo con un passato poco chiaro, il secondo che si commuove per le anime che dal mare volano in cielo… ai suoi tempi succedeva il contrario.

Ora nello strano paese c’è un politicante che ha un chiodo fisso, che come il matto di “Nuovo cinema Paradiso” urla: “la piazza è mia, è mia la piazza”.

Lui e un altro affabulatore propongono riforme da far morire dal ridere, chiedono ai mercati di investire nello strano paese, dove si può, nell’ordine, inquinare, devastare, abbattere, frodare, truccare, corrompere, truffare, sfruttare, intossicare, ricattare, raggirare, eludere, evadere, licenziare e ammazzare.

In questo strano paese dove una pletora di mezze calzette dei vivi sta uccidendo il futuro, neanche i morti si sentono al sicuro!

 

Segnalazioni


Ciò che sta accadendo in Europa e in Italia è il prodotto del cinismo criminale del capitalismo finanziario internazionale ed europeo.       Per decenni i mass media hanno occultato questo piano disumano costruito con la sovranità monetaria delle banche, con i trattati capestro della UE (sempre taciuti), con i finti tecnici, come Monti in Italia, sostenuto da PDL/PD/UDC. L'inganno mediatico continua con slogan fasulli (salvastati, spread, crescita,ecc.) e teatrini mediatici fuorvianti. Se non conquistiamo nuovi assetti comunicativi, riformando la RAI, saremo ancora vittime di ogni nefandezza del capitalismo :finanziaria, politica, sociale, militare e mediatica.La regia generale è quella dell'imperialismo USA all'assalto del mondo: video illuminante, poco noto, e commento su pickline.
 
Qui su www.pickline.it  e su www.blogtaormina.it trovate proposte innovative  per una alternativa di civiltà, anche mediatica.